diario rossazzurro, sito non ufficiale dedicato al Calcio Catania 1946 - Content
Benvenuto su diario rossazzurro, sito non ufficiale dedicato al Calcio Catania 1946
   
Collabora con Diario Rossazzurro
Sottometti un articolo
Tutto il Catania minuto per minuto;
Diario Rossazzurro su facebook

Statistiche

- Statistiche Sito
- Top 10
- Sondaggi

Cerca nel sito



Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/diariossazzurro/includes/counter.php on line 48

Pagina Nera

Questa pagina ricorda le fasi più nere della storia del Catania, quelle in cui le vicende sportive si sono incrociate con la cronaca nera infliggendo alla squadra e alla città le sconfitte più umilianti, peggiori di qualunque batosta rimediata sul campo. Questa pagina si propone di essere un monito, affinché episodi simili non si ripetano mai più.

Da "www.repubblica.it" del 20 giugno 2001

Messina, dalla festa alla tragedia: "Mio figlio in coma irreversibile"

di Lucio Luca

MESSINA - Santo Currò nasconde le lacrime dietro gli occhiali scuri. Seduta in un angolo c'è la giovane fidanzata di Nino, 24 anni, il ragazzo che domenica sognava di scendere in piazza per festeggiare la promozione del "suo" Messina e invece lotta con la morte in un lettino di ospedale.
Leggi tutto...

Da "www.repubblica.it" del 2 luglio 2001

Messina, è morto il tifoso colpito da una bomba carta

MESSINA - È morto il tifoso del Messina colpito da una bomba carta durante la partita contro il Catania lo scorso 17 giugno. Antonino Currò, per tutti Nino, originario di Rometta Marea vicino a Messina, non era più uscito dal coma. Aveva 23 anni. Leggi tutto...

Da "www.repubblica.it" del 22 dicembre 2002

Oliveira picchiato negli spogliatoi: punito perché non ha esultato

di Lucio Luca

CATANIA - Due gol contro una delle "grandi" del campionato. Una prestazione da incorniciare che ha allontanato la sua squadra dalla zona retrocessione. Tutto Lulù Oliveira poteva aspettarsi al termine della partita che il Catania ha vinto 3-1 contro la Ternana, ma non certo l'aggressione di un gruppo di teppisti che lo hanno raggiunto fin sotto la doccia, lo hanno pesantemente insultato prima di colpirlo con pugni e calci.
Leggi tutto...

Da "www.repubblica.it" del del 8 maggio 2004

Scontri, incidenti e feriti: guerriglia ultras a Catania

CATANIA - Cassonetti bruciati, auto in fiamme, un numero non ancora definitivo di feriti e tra loro più di dieci agenti, otto ultras arrestati. È avvenuto durante la partita di serie B Catania-Livorno finita 3-0 per i toscani. I tifosi etnei hanno cercato di impedire ai tifosi ospiti l'accesso allo stadio.
Leggi tutto...

Da "www.repubblica.it" del 15 gennaio 2006

Treno in tilt, guerriglia in stazione: Bologna-Milano bloccata da ultras

di Carlo Gullotta

PARMA - Ritardi fino a tre ore sulla linea ferroviaria Bologna-Milano, scene di guerriglia urbana alla stazione di Parma, feriti due controllori e devastato l'ufficio movimento. Un'altra giornata da dimenticare per le ferrovie italiane. A causare i forti disagi che per due ore, nel primo pomeriggio di ieri, hanno di fatto spezzato in due la circolazione fra Sud e Nord, secondo le Fs non è stato un problema tecnico, un semplice guasto insomma, bensì il comportamento di alcuni tifosi catanesi diretti a Brescia per la partita di calcio.
Leggi tutto...

Da "www.lasicilia.it" del 26 settembre 2006

"Massimino" squalificato per due giornate

Il giudice sportivo ha inflitto la squalifica del campo del Catania per due turni con obbligo di giocare a porte chiuse dopo gli incidenti avvenuti nel derby contro il Messina. I rossazzurri dovranno quindi rinunciare al sostegno del pubblico nelle gare interne contro Lazio e Torino.
Leggi tutto...

Da "www.repubblica.it" del 2 febbraio 2007

Tragedia al Massimino: muore un poliziotto, il calcio si ferma

CATANIA - Doveva essere una giornata di festa, è finita in tragedia, con un rione di Catania trasformato in un campo di battaglia e scene di guerriglia urbana da parte dei tifosi etnei. Una tragedia che ha avuto la sua vittima, Filippo Raciti, 38 anni, ispettore capo di polizia che era un esperto di ordine pubblico, visto che aveva un brevetto da istruttore.
Leggi tutto...

Da "www.corriere.it" del 6 febbraio 2007

Raciti, folla immensa per l'ultimo saluto

CATANIA - È gremita di folla la cattedrale di Catania per l'ultimo saluto a Filippo Raciti, il poliziotto 38enne ucciso durante i tumulti dei teppisti di tre giorni fa. Il Duomo è pienissimo, e anche la piazza è stipata in ogni angolo. Ci sono migliaia di cittadini catanesi, decine di delegazioni di reparti della polizia di Stato venute da tutta Italia.
Leggi tutto...

Da "www.step1magazine.it" del 6 febbraio 2007

Il venerdì nero e la città senza colpe

di Luciano Granozzi

Lettera aperta agli intellettuali de "La Sicilia". Una riflessione su quanto scritto dal quotidiano catanese nell'editoriale del 4 febbraio in merito alla tragedia del Massimino
Leggi tutto...

Da "www.calciocatania.it" del 11 febbraio 2007

Lettera aperta del Catania alla città

La dirigenza al completo, la squadra, i componenti lo staff tecnico e medico, i collaboratori tutti del Calcio Catania S.p.A., dal Presidente al più piccolo dei giovani Esordienti, invocano tutti coloro che abbiano a cuore le sorti della nostra squadra di calcio affinché si stringano e facciano con noi unico blocco a salvaguardia di tutto il meritevole lavoro svolto in questi anni senza che sia stata lesinata una sola energia, un solo briciolo di impegno e dedizione alla causa comune che ha come unico scopo il bene del Calcio Catania.
Leggi tutto...

Da "www.lasicilia.it " del 15 febbraio 2007

Cibali, il calcio a settembre

ROMA - Squalifica del campo fino al 30 giugno e porte chiuse per le partite in casa su campo neutro: è la dura decisione del Giudice sportivo per il Catania, dopo la violenza del 2 febbraio scorso. Ecco la sentenza e le motivazioni.
Leggi tutto...

Da "Kataweb.it" del 15 febbraio 2007

Otto turni di stop, l'ultimo fu il Legnano

Per trovare una squalifica lunga come quella inflitta al Catania nel campionato di serie A, bisogna risalire alla stagione 1951-52, quando il campo dei lombardi fu squalificato (ma non a porte chiuse), per l'aggressione all'arbitro Tassini di Verona il 3 febbraio 1952 durante la gara persa con il Bologna 1-3.
Leggi tutto...




[ Indietro ]


No alla violenza
Antonino Currņ
Filippo Raciti


Diario Rossazzurro č un marchio riservato, ma il materiale pubblicato nel sito puņ essere utilizzato nel rispetto della licenza Creative Commons. Per favore, leggi attentamente i termini della licenza e ricordati di comunicare l'eventuale prelievo di materiale inviando una e-mail al webmaster.
Cretive Commons
Sito eb realizzato usando PiHPi-Niuck Versione WL-Niuck a cura di Weblord.it
Engine PiAccaPi-Niuck - Powered by WL-Niuck
Generazione pagina: 0.01 Secondi