diario rossazzurro, sito non ufficiale dedicato al Calcio Catania 1946
Benvenuto su diario rossazzurro, sito non ufficiale dedicato al Calcio Catania 1946
   
Collabora con Diario Rossazzurro
Sottometti un articolo
Tutto il Catania minuto per minuto;
Diario Rossazzurro su facebook

Statistiche

- Statistiche Sito
- Top 10
- Sondaggi

Cerca nel sito



Warning: preg_match() [function.preg-match]: Unknown modifier '2' in /membri/diariossazzurro/includes/counter.php on line 48

Diario Storico

Questa rubrica nasce dall'esigenza di correggere alcuni errori in cui frequentemente si imbattono coloro che si avventurano nella ricostruzione della storia del Calcio Catania. Qualche scherzo della memoria dei cronisti dell'epoca che, a distanza di anni, si sono fidati del proprio ricordo, nonché la pratica del "copia e incolla" che dilaga sul web, rischiano infatti di tramandare ai posteri, sia pure in perfetta buona fede, dei veri e propri falsi storici. Le informazioni riportate in queste pagine sono state pazientemente raccolte da fonti dirette, quali i quotidiani dell'epoca, e sono pertanto pienamente affidabili. Come tutto il materiale pubblicato nel sito, anche quello contenuto in questa rubrica è divulgato sotto la licenza "Creative Commons", dunque può essere liberamente utilizzato in cambio di un piccolo sforzo di correttezza, cioè quello di informare Diario Rossazzurro dell'uso di tale materiale e di citarlo esplicitamente quale fonte.
Diario Storico
09.01.2012 15:00
Una storiella d’inizio anno
di AlessandroRusso
In quel capoluogo di Trinacria che ha per stemma l’Elefante vivono quattro vispi giovanotti, simpatici e birichini e tra loro amici veri. Sin da quando sono in fasce, a ciascuno di questi baldi ragazzetti è stato raccomandato di voler bene a una vecchina coi capelli sottilissimi e bianchi come la neve. È lei assai buona e tanto cara ma di salute oltremodo cagionevole e affettuosamente ciascun di loro la chiama nonna.
Leggi Tutto...


Diario Storico
18.05.2011 00:00
Catania, il calcio e il fascismo Parte 3/3
di FabioConti
Negli anni 20, quando il fascismo era agli esordi la squadra di calcio catanese “Unione Sportiva Catanese” partecipava ai campionati federali. La società nacque nel 1910 da una costola dell’Associazione Sportiva per l’Educazione Fisica pro Patria, fondata nel 1908, esattamente dalla sezione calcio che si rese indipendente dando vita proprio alla U. S. Catanese che praticò attività a livello locale fino al 1929, l’anno della svolta.
Leggi Tutto...


Diario Storico
11.05.2011 00:00
Catania, il calcio e il fascismo Parte 2/3
di FabioConti
Nel 1921 a Catania, così come nel resto del paese il fascismo cominciò la propria ascesa. Dopo la caduta del Governo Giolitti e la conseguente formazione del Governo Bonomi (1920) il movimento fascista iniziò ad insediarsi nel tessuto sociale di tutta la penisola.
Leggi Tutto...


Diario Storico
04.05.2011 00:00
Catania, il calcio e il fascismo Parte 1/3
di FabioConti
Il 28 ottobre del 1922 uomini in camicia nera marciarono su Roma rivendicando il controllo politico del Regno d’Italia e minacciando, in caso non lo ottenessero, la presa di potere tramite le armi. Questo evento passò alla storia come La Marcia su Roma e segnò l’esordio del periodo fascista.
Leggi Tutto...


Diario Storico
28.03.2011 09:22
Un catanese di nome Calì
di FabioConti
Sicuramente (catanesi esclusi) pochissimi conoscono l’esistenza di un piccolo comune in provincia di Catania di nome Riposto, attualmente il comune è abitato da circa 15.000 cittadini. Il suo nome deriva dal siciliano u ripostu cioè il ripostiglio; il comune fu così denominato perché le vicine città depositavano vino e prodotti agricoli in prossimità dell’imbarco per l’esportazione; l’esportazione e l’importazione per lungo tempo furono le attività principali del comune, le colonne portanti dell’economia territoriale.
Leggi Tutto...


Diario Storico
17.03.2011 07:00
Storia del Calcio, Storia d’Italia
di FabioConti
Oggi, 17 marzo 2011, si festeggiano i 150 anni della proclamazione dell’Unità d’Italia. 150 anni di storia che attraversa la nostra terra e incide sulla nostra personalità, 150 anni di cultura che, strada facendo, si è affinata attingendo usi e costumi dai tanti popoli che hanno calpestato il suolo italico lasciandoci parte della loro anima come patrimonio indelebile.
Leggi Tutto...


Diario Storico
06.09.2010 07:30
Poveri ma belli. E vincenti
di EnricoBua
Cosa può fare una società soffocata dai debiti e in regime di commissariamento, con una squadra con gli uomini contati e un allenatore poco più che esordiente? Vincere e stupire, naturalmente. Ecco la storia del Catania 1959-'60, il primo targato Marcoccio-Di Bella.
Leggi Tutto...


Diario Storico
15.05.2010 00:00
1958-'59: salvi a fatica
di Ellebi
Sembra non avere fine la crisi finanziaria che attanaglia il club e le soluzioni trovate per tirare avanti non sempre appaiono lungimiranti. Quella che consente l'iscrizione alla Serie B è a dir poco sorprendente: ritorna infatti Arturo Michisanti, già commissario unico nel biennio 1951-1953, nonché oggetto di pesanti accuse di sabotaggio all'epoca del "caso-Scaramella". I risultati di questo ritorno al passato sono pessimi: la squadra soffre per tutto il torneo e la società, penalizzata da un'altra squalifica del campo, rischia persino di dovere gettare la spugna prima della fine del campionato, ma ancora una volta il treno rossazzurro si ferma ad un passo dal baratro. I salvatori della patria stavolta si chiamano Ignazio Marcoccio e Carmelo Di Bella.
Leggi Tutto...


Diario Storico
25.02.2010 00:00
1957-'58: mediocrità e confusione
di Ellebi
Superato lo shock della sconfitta di Modena, il Catania punta ancora su Agatino Pesce per gestire la sempre incerta situazione economica e su Gipo Poggi per guidare la squadra. La stagione però nasce male con risultati deludenti, prosegue peggio con due crisi tecniche e una squalifica del campo, e finisce senza ulteriori danni ma anche senza entusiasmo.
Leggi Tutto...


Diario Storico
18.12.2009 23:00
1956-'57: inseguendo un'illusione
di ellebi
La stagione 1956-'57 passa alla storia come quella della beffa. Una beffa tanto più cocente se si pensa che arriva per mano di una squadra senza più obiettivi, naturalmente negli ultimi minuti dell'ultima partita di campionato. Sfuma così la possibilità del ritorno fra le grandi.
Leggi Tutto...


Diario Storico
14.10.2009 23:30
1955-'56: ritorno alla realtà
di Enrico Bua
La stagione del mesto ritorno in Serie B del Catania è caratterizzata dal vano inseguimento ad una delle prime due posizioni che rimarginerebbero la ferita della retrocessione a tavolino. Il club rossazzurro riesce a rialzarsi dal punto di vista societario, e anche sul piano tecnico non deve subire il temuto smembramento, ma dopo un avvio di campionato molto positivo il sogno della promozione svanisce. È la stagione di addio di Rizzo e Andreoli e quella del primo derby del Club Calcio con il Palermo.
Leggi Tutto...


Diario Storico
29.06.2009 08:15
1954-'55: un tesoro dilapidato
di Enrico Bua
Il battesimo del CCC nel massimo campionato è felice, almeno dal punto di vista puramente sportivo. La squadra del presidente Rizzo non fatica ad ambientarsi nella nuova realtà e, pur barcamenandosi fra le ormai abituali difficoltà finanziarie, regala ai tifosi rossazzurri uno splendido campionato che culmina con una tranquilla salvezza. Ma proprio quando si sta pensando a come prolungare il miracolo nella stagione successiva, esplode uno scandalo che cancella ogni sforzo.
Leggi Tutto...


Diario Storico
06.05.2009 08:15
1953-'54: la volta buona
di Enrico Bua
La proverbiale capacità del Catania di cadere in piedi ha radici antiche. Un esempio dello straordinario spirito di reazione è quello del 1953-'54 quando, all'indomani della pesante sconfitta di Firenze con il Legnano, la società si riorganizza a tempo di record, rivede e corregge la rosa a disposizione e si regala una stagione da sogno, in cui l'unidici etneo va in fuga nel girone di andata e gestisce il vantaggio nel ritorno, conquistando la prima, storica promozione in A.
Leggi Tutto...


Diario Storico
28.03.2009 10:00
1952-'53: il paradiso può attendere
di Enrico Bua
La stagione 1952-'53 si conclude con il miglior piazzamento della ancora breve storia del Club Calcio Catania ma è, paradossalmente, anche quella più amara. Dopo essersi risvegliata dai sogni estivi propiziati da alcuni acquisti di spessore, ed essersi scontrata contro la realtà dei bassifondi della classifica, la compagine rossazzurra rimonta fino ad agganciare il secondo posto in condominio con il Legnano. Serve dunque uno spareggio per incoronare la seconda squadra promossa, ma per una querelle giudiziaria nata da una contestata vittoria a tavolino dei rossazzurri la gara decisiva viene giocata a distanza di quasi due mesi dalla fine del torneo e riserva al Catania una pesante sconfitta le cui conseguenze rischiano di essere devastanti, e non solo sul piano sportivo.
Leggi Tutto...


Diario Storico
25.02.2009 07:00
1951-'52: primo assalto a vuoto
di Enrico Bua
Alla terza avvenura del Catania in Serie B il commissario Michisanti rilancia le ambizioni rossazzurre con cospicui investimenti che permettono la costruzione di una squadra competitiva. In un campionato quanto mai equilibrato la squadra fatica però ad emergere, e solo dopo una serie di stravolgimenti tecnici riesce a piazzarsi al quarto posto, sia pure senza entrare mai in modo credibile nella lotta per la promozione.
Leggi Tutto...


22 articoli totali
(2 pagine - 15 articoli per pagina)

Vai alla pagina

1 - 2

No alla violenza
Antonino Currò
Filippo Raciti


Diario Rossazzurro è un marchio riservato, ma il materiale pubblicato nel sito può essere utilizzato nel rispetto della licenza Creative Commons. Per favore, leggi attentamente i termini della licenza e ricordati di comunicare l'eventuale prelievo di materiale inviando una e-mail al webmaster.
Cretive Commons
Sito eb realizzato usando PiHPi-Niuck Versione WL-Niuck a cura di Weblord.it
Engine PiAccaPi-Niuck - Powered by WL-Niuck
Generazione pagina: 0.07 Secondi